L'AUTOCERTIFICAZIONE

IL CAMPUS ESTIVO CON ONDABLU

LA PROPOSTA DEL COMUNE
In vista della riapertura di tutte le strutture sportive con l'ingresso in zona bianca del Veneto il Comune di Santa Giustina, sentite anche le esigenze dei genitori, si è fatto promotore di incontri con le diverse realtà sportive del territorio comunale nell’intento di offrire ai bambini e giovani delle attività improntate sullo sport durante il periodo estivo.
LA RISPOSTA DELLE SOCIETA’
All'appello ha risposto anche Ondablu che in collaborazione con le società sportive Palestra Elisa, Polisportiva, Calcio Plavis e Start ha organizzato il Campus Sportivo indirizzato a bambini dai 6 ai 12 anni. L'attività è proposta dal 7 di giugno al 3 di settembre ed è realizzata grazie al coinvolgimento di laureati in scienze motorie e da operatori specializzati tenendo conto anche delle norme Covid-19 in vigore. Al loro fianco i giovani volontari che hanno aderito numerosi alla proposta del Comune e di Ondablu a fare attività di volontariato a favore del Campus.
COSA SI FA AL CAMPUS ESTIVO
Obiettivo del campus sportivo è quello di offrire ai bambini competenze di base in diverse discipline sportive oltre al nuoto che è la parte principale delle attività.
Essendo le varie età caratterizzate da specifiche capacità, vengono proposte sia delle attività sportive specifiche (atletica, minivolley, minibasket, pallamano, pallacanestro, rugby, freesbee, aerobica, zumbakids, nuoto) che propedeutiche (correre, saltare, lanciare) cercando di trasmettere tecniche, regole e passione.
Sono proposti esercizi specifici per i vari sport, ma vengono fatti o fatti conoscere anche i giochi di una volta per contribuire a far comprendere l'importanza dei giochi in tutte le epoche e utile a rafforzare i legami sociali e promuovere il senso di appartenenza ai luoghi, consentendo ai bambini di divertirsi all’aperto. Particolare attenzione verrà posta per far fare i giochi mantenendo il distanziamento richiesto dalle norme in vigore.
Il Campus Sportivo Ondablu ha anche lo scopo di far cogliere ai partecipanti l’importanza del rispetto delle regole per la riuscita di un gioco, il tenere in considerazione gli altri compagni e gli avversari dei vari giochi, per cercare di evitare contrasti e litigi.
DOVE SI FANNO LE ATTIVITA’
Le attività si svolgono in piscina, nella palestra, nei cortili della scuola media e nei campi esterni sportivi comunali, anche per permettere lai bambini la conoscenza delle varie strutture che vi sono attorno all'impianto palestra-piscina.
Inoltre una mattina la settimana viene dedicata alla scoperta del territorio, cercando di dare importanza all'acqua nelle sue varie forme (il fiume Piave, il torrente Veses, le rogge, i mulini antichi, ecc.),  ed ai suoi usi comuni (bere, mangiare, lavarsi,), il suo ciclo e l’importanza di non sprecarla. Vengono organizzate escursioni per la verifica in presenza in natura, il suo sfruttamento per il lavoro (mulini lavatoi, sbarramenti) e per il divertimento e lo sport (piscine), per la salute o per l'integrazione delle persone con disabilità (le vasche per le attività speciali).
L’ACQUA DENOMINATORE COMUNE DELLE ATTIVITA’
La principale attività del Campus è proprio caratterizzata dall’acqua ed è svolta in piscina non  solo col fine di insegnare a nuotare ma particolare accento viene posto alla cura e all'autonomia dei bambini con la gestione dello spogliatoio, come vestirsi e come disporre le proprie cose, all’importanza del lavarsi prima di entrare in vasca e dopo, al non sprecare acqua, la funzione del cloro all’interno dell’acqua promuovendo la collaborazione dei più grandi all’aiuto dei piccoli. Attraverso il gioco e al nuoto vengono impartiti anche aspetti di base riguardo il salvamento.
Nella zona del campus è esposta in modo permanente la mostra fotografica “Water is Life -  l'acqua è vita” realizzata da Ondablu assieme all'Istituto Superiore Canossiano di Feltre e l'associazione Insieme Si Può onlus (visitabile anche nel sito www.ondablu.org) e che viene utilizzata per approfondire gli aspetti relativi all'uso consapevole dell'acqua.
I COORDINATORI DEL CAMPUS ESTIVO
Francesca Dal Pan e Donata Arnosti